In evidenza In evidenza

pubblicitàpubblicità

Ultime notizie Ultime notizie

Metamauco, in open vince IDRIL

Oltre al successo in Classe Meteor con ENGY , vittoria targata CNC anche tra gli Open dove IDRIL di Riccardo Lovato ha messo in fila tutti gli avversari con due vittorie di prova nel...

CNC, i risultati del weekend

Weekend denso di regate e atleti del Circolo Nautico Chioggia presenti in numerosi campi di regata di più classi e categorie; regata casalinga per i Meteor che a Chioggia hanno partecipato alla ...

LASER: Italia Cup - Civitanova Marche

Quarta tappa del circuito Italia Cup per i laseristi, numeri come sempre “da sballo” , oltre 250 imbarcazioni suddivise tra Standard (21), Radial (110) e 4.7 (141), due i campi di regata, uno...

Mondiali ORC a Sebenico

Disputato a Sebenico, Croazia, il Campionato Mondiale ORC ; 112 imbarcazioni presenti delle quali circa la metà con bandiera italiana, flotta suddivisa in 3 classi all’interno di ognuna anche...

Furgone Chioggiavela - Squadra agonistica

L’idea era nell’aria da un po' di tempo, “personalizzare” il furgone sociale per renderlo più visibile e riconoscibile; alle regate il nostro furgone era “anonimo” in un mare di furgoni...

Tutte le notizie Tutte le notizie

Indietro

Marsiglia amara per Silvia

Si è chiusa nel weekend la tappa di Marsiglia di World Cup per le classi olimpiche, settimana ottima per i colori azzurri, amara per Silvia Zennaro che, nonostante l’esiguo numero di concorrenti nella classe, non è riuscita a brillare, complici qualche bandiera gialla, condizioni altalenanti e l’impossibilità di disputare le ultime prove ma probabilmente anche una condizione psico fisica non al top in questo momento. Silvia ha cominciato male il primo giorno subito fischiata con bandiera gialla, nel secondo giorno con ventone un ottimo 2° ma poi il rientro perché le condizioni del vento e del mare erano divenute insostenibili, nel terzo giorno un  forzato ritiro per evitare la squalifica ancora per bandiera gialla ma anche la reazione con il bullet di prova 6, poi una giornata senza regate e l’ultima discreta giornata che la ponevano nelle condizioni di potersi ancora giocare una medaglia con il punteggio doppio della Medal Race, regata finale che però non veniva disputata ancora per le condizioni meteo. Alla fine, un 5° posto che lascia sicuramente l’amaro in bocca sia perché il numero delle concorrenti era ristretto a sole 8 partecipanti, sia perché il livello era tale per cui Silvia avrebbe sicuramente potuto mirare alla sua prima vittoria in una tappa di World Cup. Vince invece la lituana Victorja Andrulyte, sicuramente uno scalino sopra a tutte in questa manifestazione, ma sia la bielorussa Tatiana Drozdovsakaja che la croata Elena Vorobeva, argento e bronzo, erano, nonostante tutto, ancora nel mirino di Silvia con la Medal Race. Stessa delusione di Silvia la deve avere messa in valigia anche Carolina Albano, la muggesana era in testa dopo day 1 ma è andata progressivamente involvendosi fino a terminare al 6° posto, appena davanti a Francesca Frazza che invece ha chiuso in crescita nell’ultima giornata. Nelle altre classi gli azzurri vincono con Giovanni Coccoluto nel Laser Standard, con Bissaro – Frascari nel Nacra 17, con Mattia Camboni nella tavola maschile, argento per Daniele Benedetti ancora nella tavola maschile, bronzo per Flavia Tartaglini in quella femminile e per Tita – Banti nel cat misto, un po' di sfortuna nello skiff femminile dove Omari – Di Stefano chiudono al 4° posto con lo stesso punteggio delle ragazze austriache, terze.

silvia a marsiglia