In evidenza In evidenza

pubblicitàpubblicità

Ultime notizie Ultime notizie

Marangoni e Oca Gialla premiati per il 2018

E’ OCA GIALLA la “barca dell’anno” 2018 per il Circolo Nautico Chioggia; l’Ufo 22 di Andrea Scarpa , Fabio Lanza e Andrea Sambo si è reso protagonista di una grande stagione con la...

Addio a Giandomenico, ultimo dei fondatori

E così se ne va anche l’ultimo dei soci fondatori del nostro Circolo Nautico, Giandomenico Tesserin ci ha lasciato pochi giorni prima del suo 93° compleanno; c’era anche lui quel 20 dicembre...

Calendario 2019: prime notizie

In attesa della riunione di Zona di sabato 15 dicembre che confermerà le bozze di calendario predisposte dai circoli per altura, open, Minialtura e Meteor, alcune classi veliche hanno già...

Premiazioni sociali 2018

Ultimo atto della stagione sportiva 2018 del Circolo Nautico Chioggia con le premiazioni dei campioni sociali e dell’attività agonistica, domenica 16 dicembre alle ore 14.30 presso la Sala...

Premiazioni di Zona: tanto CNC

Premiazioni dei campioni zonali e dell’attività agonistica degli atleti della XII^ FIV sabato 1 dicembre a Mestre nella Sala Congressi Santa Maria delle Grazie; i velisti veneti hanno riempito la...

Tutte le notizie Tutte le notizie

Indietro

Niente Giappone per Silvia Zennaro

Si ferma Silvia Zennaro dopo una prima stagione post olimpica veramente densa ma nel corso della quale ha raggiunto risultati prestigiosi e importanti con conseguente risalita nella ranking list internazionale; a Gamagori, Giappone, per la prima prova di World Cup Series del 2018 i tecnici federali portano una squadra ridotta puntando nel Laser Radial sulla gardesana Floridia Joyce e sulla ligure Valentina Balbi campionessa nazionale in carica. Il circuito mondiale fa la prima tappa quindi in Giappone sede delle Olimpiadi 2020, poi a gennaio riprenderà a Miami per disputare la terza e ultima tappa in Europa, Francia, in occasione del tradizionale appuntamento di Hyeres. Grazie al fuso orario primo giorno di regate già concluso, vento leggero e instabile, due prove per Laser Standard e 470, una sola prova per skiff maschile e Laser Radial, squadra azzurra assente nelle altre classi, regate di flotta fino a venerdì 20, poi Medal Race sabato e domenica.

Laser Standard (50 barche),  parte sempre molto regolare Francesco Marrai, per lui 5 – 6 e 3° posto in classifica alle spalle ma con gli stessi punti dell’italo-britannico Lorenzo Chiavarini (3 – 8) e del campione del mondo in carica, il cipriota Pavlos Kontides (7 – 4), vittorie di giornata per l’australiano Tom Burton e per il salvadoregno Jose Pacas in una giornata che ha visto in difficoltà alcuni grandi favoriti, il tedesco Philippe Buhl (10 – 19), il britannico Nick Thompson (2 – 42),ma anche gli italiani Nicolò Villa (28 – 26) e soprattutto Marco Benini (ret – 48).

Laser Radial (35 barche), una sola prova quindi ancora poche indicazioni dal Laser femminile dove tuttavia comanda la danese Anne Marie Rindom sulla finlandese Monika Mikkola e la statunitense Erika Reineke, ottimo livello con alcune grandi in difficoltà, le belghe Plasschaert e Carlier, l’inglese Alison Young, le francesi e la finlandese Tuula Tenkanen e la svedese Josefin Olsson, prima prova no anche per le azzurre con Floridia Joyce 27^ e Valentina Balbi 32^.

joyce floridia

49er Mx, una sola prova per lo skiff maschile, 20 barche, 7° posto per Plazzi – Tesei e 15° per Crivelli Visconti – Togni.

470 Mx, due prove e 24 barche nel doppio maschile, chiudono la prima giornata tra i top ten sia Capurro – Puppo (9° con 14 – 4) sia Ferrari – Calabrò (8° con 10 – 6), giapponesi fortissimi con 4 equipaggi nei primi sei, ma comandano sempre gli australiani Belcher – Ryan

470 Fx, due prove ma solo 14 barche invece nel femminile dove brillano Di Salle – Dubbini (2 – 2) al 3° posto provvisorio dietro alle polacche e alle svizzere ma con lo stesso punteggio, più in difficoltà Paternoster – Caruso (9 – 10)    

mondiali laser in giappone