In evidenza In evidenza

pubblicitàpubblicità

Ultime notizie Ultime notizie

La veleziana si tinge di rosa

La XII^ edizione della Veleziana si tinge di rosa con il successo di GOLFO DI TRIESTE il super maxi con equipaggio tutto femminile organizzato e gestito da Francesca Clapcich , olimpionica...

Schiavon vince anche a Venezia

Veleziana Dinghy Cup , una regata nata dal niente e che si è trasformata subito in un evento di grande richiamo, la regata di Dinghy contemporanea alla Veleziana attira in laguna di Venezia...

Ci lascia Umberto Oselladore

Ci ha lasciato nella giornata di giovedì 17 ottobre Umberto Oselladore , uno dei soci storici del Circolo Nautico Chioggia, proboviro per tutti gli anni ‘70 fino alla metà degli anni ’80 e...

Campionato zonale Optimist, la classifica

E’ l’ora del Campionato Zonale Optimist per la pubblicazione delle classifiche sul sito della XII^ Zona che ha dovuto attendere le classifiche delle regate di San Giuliano (15 settembre) e...

Barcolana e dintorni

Fine settimana ovviamente intenso nelle acque del Golfo di Trieste, non solo Barcolana ma anche tutti gli eventi collaterali collegati alla 51^ edizione della grande kermesse velica che tutto...

Tutte le notizie Tutte le notizie

Indietro

Schiavon si consola con la Coppa Italia

Se l’esito del Campionato Italiano Dinghy di Imperia ha lasciato un po' di amaro in bocca a Massimo Schiavon, il riscatto è stato veramente immediato per il velista padovano del Circolo Nautico Chioggia; la classifica del Campionato Nazionale infatti è andata a completare la serie di regate valide per la Ranking List nazionale del Dinghy Modern e di conseguenza per l’assegnazione della Coppa Italia, titolo che per il 2019 va a premiare proprio Massimo Schiavon concedendogli quindi un pronto motivo di consolazione.

schavon coppa italia

Che Imperia sia stata un’occasione persa lo ammette lo stesso Schiavon, pesa sulla sua classifica soprattutto la bandiera nera di prova 2, ma anche la sventurata prova 3 e un po' di sfortuna per la prova annullata che lo vedeva largamente in testa; l’ultima giornata ha consentito a Massimo di risalire prepotentemente la classifica fino a raggiungere il 4° posto, ma il titolo era ormai tranquillamente in tasca di Vittorio D’Albertas. L’ottimo score di giornata che ha permesso a Massimo di arrivare alla “medaglia di legno” non è stato tuttavia inutile perché a conti fatti gli ha permesso di balzare in testa alla classifica di Coppa Italia scavalcando di una manciata di punti i liguri Andrea Falciola (10° al Campionato) e Alberto Patrone (13° al Campionato). La Coppa Italia viene assegnata al vincitore della Ranking List nazionale nella categoria “Modern”, è un circuito impostato su 4 regate nazionali e il Campionato Italiano, una classifica, quindi, che implica oltre a buoni piazzamenti anche una stagione impegnativa di trasferte in ogni parte della penisola. Nel 2019 il circuito comprendeva le regate di Ravenna, Portofino, Rio Marina e Mandello Lario oltre al Campionato Italiano di Imperia, Massimo ha partecipato a tutte le tappe tranne quella di Mandello per la contemporaneità con il Campionato Italiano Snipe di Monfalcone, classe velica dove ha esordito quest’anno assieme a Maria Elena Balestrieri; utilizzando lo scarto  per la regata del Lario, Massimo ha centrato il bottino pieno al mitico Bombolino d’Oro Trofeo SIAD di Portofino e ha portato a casa ottimi piazzamenti da Ravenna ed Elba, tuttavia l’ultima giornata di Imperia è stata decisiva per chiudere davanti ai rivali liguri e  allo stesso Vittorio D’Albertas, campione italiano ma in questa classifica al 4° posto e staccato nel punteggio.

Qui la classifica di Coppa Italia