In evidenza In evidenza

pubblicitàpubblicità

Ultime notizie Ultime notizie

Clodiense dell'anno, anche il CNC sul palco

Si sono svolte domenica pomeriggio in Auditorium San Nicolò le premiazioni del “Clodiense dell’anno” 2018 ; la quinta edizione del riconoscimento ha premiato Andrea Tornielli , direttore...

DINGHY: Schiavon d'oro a Portofino

Prestigiosissima vittoria per il dinghista Massimo Schiavon del Circolo Nautico Chioggia, a Portofino 86 imbarcazioni per la regata più amata dalla Classe Dinghy, il Trofeo SIAD Bombola d’Oro ...

LASER: zonale Bibione

Il meteo continua ad essere avverso al Campionato Zonale Laser, dopo il nulla di fatto di Bibione anche nella giornata di domenica a Punta Sabbioni le condizioni meteo non sono state favorevoli...

CNC premiato domenica

Domenica 19 maggio alle ore 17.00 si terrà presso l’Auditorium San Nicolò la 5^ edizione del premio “Clodiense dell’anno” riferito all’anno 2018 e organizzato dalla Diocesi di Chioggia ...

Silvio Sambo e Demon X trionfano a Izola

Ottimo risultato allo Slovenia ORC National Championship di Izola per Silvio Sambo e DEMON X ; l’X35 di Nicola Borgatello e Daniele Lombardo ha vinto la classifica di classe e overall...

Indietro

ChioggiaVela resoconto 2015

foto bolzan e malgarise


Anche quest’anno CHIOGGIAVELA ha portato a compimento il suo programma velico nonostante la forte bora e il mare mosso di domenica avessero posto una forte incognita sulla possibilità di svolgimento della regata conclusiva della domenica. L’organizzazione della manifestazione ha temporeggiato fino alle 12.00 nella speranza di un’attenuazione del vento, poi ha mandato un gommone in mare a verificare le condizioni; il gommone è tornato con notizie sconfortanti, l’onda rendeva proibitivo posizionare un campo di regata, in più il vento veniva dato in aumento e con la corrente in uscita dal porto anche l’onda sarebbe progressivamente aumentata. Unica possibilità per salvare la regata un percorso lagunare sulla falsariga della Bart’s Bash della settimana precedente; dopo rapide consultazioni il “miracolo” è stato reso possibile grazie alla disponibilità e alla collaborazione della Capitaneria di Porto che ha fornito le necessarie autorizzazioni salvando la manifestazione. Una manifestazione che nei giorni precedenti era iniziata benissimo, con buoni numeri ma soprattutto con un livello di collaborazione veramente raro; mai come quest’anno CHIOGGIAVELA è stata una manifestazione “globale”, Circolo Nautico Chioggia, Amministrazione Comunale, Pro Loco e Adriatic LNG ci hanno messo anche il cuore, buona la collaborazione di alcuni circoli del territorio, LNI Chioggia su tutti, ottima la disponibilità delle darsene Le Saline, Mosella, San Felice soprattutto nell’accoglienza e nell’ospitalità del Moro di Venezia, fondamentale il contributo di Hotel Bristol nell’ospitalità al grande ospite di quest’anno, Alberto Bolzan. Ma andiamo con ordine:



VENERDI 25/09 sera: “ALBERTO BOLZAN, UN ITALIANO ALLA VOLVO OCEAN RACE”


La sfida di quest’anno è grande, riempire il grande Auditorium San Nicolò, ma l’ospite di Chioggiavela 2015 è il “top” del momento tra i velisti italiani, Alberto Bolzan, fresco reduce dal giro del mondo della Volvo Ocean Race con il team turco-americano di Alvimedica. Pian piano la sala si riempie, almeno 150 i presenti e ne valeva la pena, Alberto incalzato dalle domande di Dario Malgarise spiega perfettamente l’avventura non solo velica ma anche umana di un giro del mondo così “tirato” e competitivo, alcuni filmati rendono chiaramente l’idea della durezza delle condizioni fisiche. A circa metà serata Alberto viene raggiunto sul palco dalla fidanzata Nicole, anche lei non è una persona “qualsiasi”, al suo attivo 8 titoli mondiali di parapendio, interagisce benissimo con Alberto e Dario, facendo capire la difficoltà di un’avventura come la Volvo Ocean Race anche dal punto di vista dei rapporti umani e di coppia. Una bella serata, simpatici e disponibili Alberto e Nicole, professionale come sempre Dario Malgarise, sapiente la regia “occulta” di Berti Bruss che ha preparato la serata per esserci ma ha poi dovuto disertarla per gravi motivi; a Berti il nostro caloroso saluto e abbraccio e l’applauso di tutta la platea di Chioggiavela.

Qui le foto di Laura Sambo.



SABATO 26/09 pomeriggio: “SOPRAIVENTI”


Il programma velico di Chioggiavela comincia il sabato pomeriggio con la regata dedicata alle imbarcazioni con progetto ventennale, nonostante questa limitazione le imbarcazioni in mare sono 26 e vanno a formare 6 categorie, 3 nella classe “Crociera” e 3 nella classe “Regata”.  La regata è bella con una fresca brezza da Est e un campo di regata ben posizionato e dimensionato da un CdR presieduto da Giuseppina De Rossi e Gianni Dal Maschio, alla prima bolina volano in testa MARAMAO e GAIA inseguiti dai “grandi” GRACE e SHAULA, dietro è battaglia soprattutto tra i Meteor e in classe Crociera categorie B e C dove c’è grande equilibrio e la regata è veramente combattuta. L’Este 24 MARAMAO di Davide Ravagnan è la prima imbarcazione a tagliare il traguardo e vince l’overall “sopraiventi” seguito da GAIA, il J24 sociale condotto per l’occasione da Egidio Zambonin che vince la particolare classifica overall “sopraitrenta”; tra i Crociera l’overall (sia sopraiventi che sopraitrenta) è di GRACE di Mirco Grigoletto. Vittorie di categoria per SHAULA di Marco Limori, MARAMAO di Davide Ravagnan e CRISALYA 2 di Alberto Tuchtan tra i “Regata” e di GRACE di Mirco Grigoletto, LAGUNA di Bruno Gradara e BUSSOLOTTA di Fabio Lanza tra i “Crociera”. Mentre la regata è in svolgimento esce il Moro di Venezia in allenamento, la mitica imbarcazione sarà poi raggiunta dai gommoni degli istruttori del CNC che porteranno a bordo i ragazzini della squadra agonistica Optimist per una veleggiata indimenticabile.
Qui un articolo sul Moro de la Nuova Venezia.

Qui le classifiche
: Crociera e Regata.
Qui le foto dei ragazzi sul Moro.
Qui le foto della regata.



SABATO 26/09 sera: “METEOR AL CREPUSCOLO”


13 barche pronte per la regata più spettacolare del programma, il serrato circuito lagunare dei Meteor con arrivo al tramonto davanti Piazza Vigo; vento sui 4/5 nodi da Est e corrente entrante rendono i lati di bolina piuttosto lunghi e combattuti con molte virate, escono bene dal primo lato ASIATYCO e CRISALYA 2, ma l’imbarcazione del CNC allunga in poppa prendendo un vantaggio che le consente di controllare la regata fino alla fine; alle spalle di ASIATYCO la regata non è così scontata con PILAR in rimonta su CRISALYA e MAGIC ANTARES mentre WHY NOT? e ETA BETA perdono terreno sulle manovre. ASIATYCO con Corrado Perini, Mauro Tiengo e Daniela Berto è la prima imbarcazione ad entrare in Bacino Vigo con un buon vantaggio, tra gli inseguitori la spunta PILAR di Paolo Carossa timonato da Tom Stahl, poi CRISALYA 2 di Alberto Tuchtan
Qui la classifica
.
Qui le prime foto.
Qui un articolo de la Nuova Venezia.



DOMENICA 27/09 pomeriggio: “CHIOGGIAVELA”


Ecco la regata più attesa, il lungo bastone di Chioggiavela che quest’anno si presenta con una grande entusiasmante novità, la possibilità di entrare in laguna e arrivare fin davanti Piazza Vigo, l’obiettivo più spettacolare atteso per 4 edizioni e finora negato soprattutto a causa dei problemi di transito in bocca di porto per i lavori del Mose. Purtroppo la giornata si presenta subito sotto auspici negativi, la bora preannunciata soprattutto per la serata ha soffiato già con una certa intensità durante la notte; al mattino il vento è un po’ in attenuazione, si raccolgono le iscrizioni temporeggiando sulla decisione finale, ma anche le iscrizioni sono “rallentate” dalle condizioni meteo. Alla chiusura della segreteria le imbarcazioni sono 40, un buon numero considerato le condizioni del vento e del mare non proprio invitanti per gli equipaggi più “familiari”, il vento non molla, il mare monta anche per la corrente contraria, abbiamo già spiegato in premessa come sono andate le cose, il Comitato Organizzatore fa di tutto pur di fare la regata, la decisione di stare in laguna e l’obbligo di regatare a vele bianche scontentano gli equipaggi più “professionali”, ma Chioggiavela vuole essere la “regata di tutti”; le condizioni sono troppo dure anche per le attuali condizioni del Moro di Venezia che è costretto a rinunciare a prescindere dalla scelta lagunare, così fanno anche altre imbarcazioni e il numero dei partenti si riduce a circa una trentina. Il percorso prevede un doppio giro del Canale della Perognola in senso antiorario, alla partenza la bora soffia oltre i 20 nodi giustificando appieno la scelta del Comitato Organizzatore, le barche partono molto ridotte nella velatura e con molta coscienziosa cautela, poi durante il percorso il vento comincia a mollare e gli equipaggi diventano più combattivi, il “basta esserci” lascia il posto al “possiamo vincere” e, soprattutto davanti, i duelli diventano sempre più serrati, la spunta su tutti ONDA VAGABONDA il Janneau 49 di Ugo Bolzonaro che precede di una manciata di secondi l’Ufo 28 NON C’E’ PROBLEMA di Alessio D’Avanzo, un po’ più indietro DEMON X precede BLU X, poi bisogna aspettare alcuni minuti per vedere VENTO BLU e in rapida sequenza MARAMAO, AVATAR, OCA GIALLA e gli altri; alla fine saranno 28 le imbarcazioni all’arrivo con vittorie di classe per ONDA VAGABONDA (classe A), DEMON X (classe B), TRAPPOLINO (classe C), NON C’E’ PROBLEMA (classe D), MARAMAO (classe E), OCA GIALLA (classe F); premi speciali per MARAMAO per il progetto “TuttaChioggiaVela” e per NON C’E’ PROBLEMA che vince la coppa messa in palio dallo YCPadova per il primo di categoria, Trofeo Ricordo di Jonathan a MARAMAO, Trofeo Città di Vicenza a DEMON X mentre il Trofeo Stefani Testoni per il primo overall Crociera si va a sommare quest’anno al Trofeo Corazza per il primo overall Regata, al Trofeo Città di Chioggia per la line honours e al nuovo Trofeo Adriatic LNG per il primo assoluto e vanno tutti a ONDA VAGABONDA di Ugo Bolzonaro del Portodimare.
Qui la classifica per classi e overall.
Qui le foto della regata di Danilo Marzola.
Qui un articolo de la Nuova Venezia.



DOMENICA 27/09 tardo pomeriggio: PREMIAZIONI     


A sancire ancora di più l’integrazione di Chioggiavela nella realtà cittadina la cerimonia di premiazione quest’anno è avvenuta nella suggestiva cornice di Piazza Vigo, presenti le autorità cittadine rappresentate dal Sindaco Giuseppe Casson e l’Assessore alle attività produttive Marco Dughiero, il Presidente di Pro Loco Marco Donadi, Lisa Roncon per Adriatic LNG, il Comandante di Porto Luca Cardarello, il Presidente di CNC Antonio Vianello; tutti hanno espresso soddisfazione per i risultati raggiunti sottolineando l’ottimo lavoro di squadra indispensabile per allargare nel futuro l’integrazione tra Chioggiavela e la città e coinvolgere ancora di più i partner della manifestazione. Si ringraziano anche YCVicenza e YCPadova per i trofei, Renato Bellemo per i premi “sopraitrenta”, Silvio Sambo per i contatti che hanno portato a Chioggia Alberto Bolzan, Dario Malgarise, Berti Bruss e lo skipper del Moro Claudio Carraro per la collaborazione e la loro amicizia con ChioggiavelaAntonio Garbo e la LNI Chioggia per l’assistenza e la collaborazione, Vela Veneta per l’aiuto nella diffusione delle notizie, Daniela Ballarin dell’Ufficio Sport del Comune di Chioggia, il CdR con Giuseppina De Rossi, Gianni Dal Maschio, Alberto Baldo e i numerosi soci che si sono alternati in barca giuria, sui gommoni e a terra; grazie anche alla Fam. Furlan per l’impegno profuso nella preparazione del buffet finale e grazie a tutti quelli che hanno collaborato per l’allestimento dei premi, bellissime cassette di prodotti tipici locali molto apprezzate dai concorrenti.
Qui le foto delle premiazioni di Danilo Marzola.  

Qui le statistiche su Chioggiavela e tutti i vincitori.

Qui un articolo de La Piazza di Ottobre

Invitiamo chi avesse fatto foto a farcele pervenire per la pubblicazione. Grazie


Arrivederci a CHIOGGIAVELA 2016