In evidenza In evidenza

pubblicitàpubblicità

Ultime notizie Ultime notizie

Ready steady Tokyo, 2 medaglie azzurre

Giornata di finali a Enoshima per le classi veloci e ultimo giorno di qualificazioni per le classi veliche più tradizionali, ma il bilancio azzurro è già definitivo con l’oro di Tita – Banti ...

Test olimpico di Tokyo

Quarta giornata di regate a Enoshima per il test event Ready Steady Tokyo, prove di Giochi Olimpici che si disputeranno in queste acque nel 2020. Day 4 è l’ultimo giorno di qualifiche per le...

Ready steady Silvia

Ready Steady Tokyo è il test event olimpico che si disputa sul campo di regata di Enoshima, sede velica dei Giochi Olimpici del 2020 ormai prossimi; la delegazione azzurra è presente solo in...

Resoconto Tecin Cup

Domenica 11 agosto si e' disputata la seconda edizione della Tecin Cup , manifestazione voluta e patrocinata dal gruppo del Bricolon in collaborazione con il CNC. Veniamo alla regata: 12 gli...

Finale da Malcesine, avanti piano ad Ostia

Finita a Malcesine, Trofeo Lombardi , più di 400 Optimist, presenti ragazzi praticamente da tutti i Paesi europei ma anche da Cina, Singapore e Australia, presenti anche Margherita Mesini , ...

Tutte le notizie Tutte le notizie

Indietro

Miami, chiusura d'orgoglio per Silvia

Si è conclusa a Miami nel weekend la seconda tappa del circuito mondiale per le classi olimpiche, bilancio azzurro non esaltante con solo tre classi a raggiungere la Medal Race, assente però in Florida la squadra dei Nacra 17 che, soprattutto con Tita – Banti, poteva vantare serie possibilità di medaglia; per la chioggiotta Silvia Zennaro, fresca socia onoraria del Circolo Nautico Chioggia, una manifestazione in salita conclusa comunque con un buon 15° posto assoluto e un notevole colpo di coda nella giornata finale.

Medal Race azzurre conquistate nella tavola maschile (Mattia Camboni), nella tavola femminile (Flavia Tartaglini) e nel doppio maschile (Ferrari – Calabrò), fuori di un soffio il 470 Fx che, con Di Salle – Dubbini, conclude all’11° posto a due soli punti dalla qualificazione, trasferta difficile per gli skiff (25° Ferrarese – Galati, 26° Crivelli Visconti – Togni e 28° Raggio – Germani nel femminile), Laser Standard tra alti e bassi di Giovanni Coccoluto che, comunque, chiude con un onorevole 15° posto e qualche ottimo parziale.

Medal Race da dimenticare per Mattia Camboni che becca una squalifica e conclude all’8° posto in classifica generale, Daniele Benedetti è fuori dalla MR ma buon 13°, Flavia Tartaglini chiude la Medal Race in 6^ posizione e la classifica generale in 7^, nei top 20 anche Veronica Fanciulli (15^) e Marta Maggetti (18^), nel 470 Mx Ferrari – Calabrò chiudo al 5° posto la Medal Race e al 6° la classifica, ottima prova in una Classe che non si era nemmeno qualificata per le Olimpiadi di Rio.

silvia zennaro a miami

Avevamo lasciato Silvia Zennaro al 18° posto del Laser Radial dopo 3 giorni di regata, nelle 5 prove successive Silvia non ha brillato nelle prime 3 (15 – 25 – 33) mentre ha reagito con orgoglio nella giornata finale (6 – 11) risalendo fino al 15° posto della classifica; Valentina Balbi è 22^, più indietro Carolina Albano e Francesca Frazza. Vittoria finale per la cinese Dongshuang Zhang sulla USA Paige Railey e la giovane greca Vasileia Karachaliou, vittoria in Medal ma medaglia di legno per la danese Anne Marie Rindom, seguono l’inglese Alison Young, l’USA Erika Reineke, la lituana Victorja Andrulyte, la finlandese Monika Mikkola, la svedese Josefin Olsson e la canadese Sarah Douglas; fuori dalle top ten molte big, ma a sorprendere è soprattutto l’olandese Marit Bouwmeester, 25^.

Qui tutte le classifiche:  https://miami.ussailing.org/

silvia zennaro a miami